Verbale del 13 febbraio 2016

IMG_20160213_170301

ASSEMBLEA DELL’ASSOCIAZIONE COHOUSING IN TOSCANA
SABATO 13 FEBBRAIO 2016 PRESSO I LOCALI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE  A MONTESPERTOLI

L’assemblea si apre, in seconda convocazione, con il seguente ordine del giorno:
1 Presentazione del presidente sulle attività del triennio 2013-2015.
2 Rinnovo delle cariche sociali: consiglio direttivo, presidente, vicepresidente.
3 Rinnovo della quota associativa
4 Varie ed eventuali

Punto 1
Il presidente uscente illustra le attività di questi tre anni: abbiamo preso contatti con molte amministrazioni comunali, con la Regione Toscana per divulgare questa proposta di coabitazione e organizzato diverse iniziative ed attività collaterali.
Abbiamo progettato e realizzato a Montespertoli un Progetto di Partecipazione sul cohousing che ha ottenuto il finanziamento della Regione Toscana.

Continua...

Un processo di partecipazione sul cohousing

progetto

Un Monte[d’e]spertoli x Co-abitare: è questo il nome del percorso di partecipazione col quale il Comune di Montespertoli, in collaborazione con l’associazione Cohousing in Toscana, ha proposto ai cittadini di aprire una riflessione sulla possibile destinazione dei numerosi edifici rurali non utilizzati presenti nel territorio aperto.

La collettività, attraverso una lunga ed articolata attività di informazione svolta da numerosi soci dell’associazione, è stata chiamata a conoscere “cos’è un cohousing”, ad individuare i bisogni sociali delle zone extraurbane, ad alimentare il confronto sui servizi utili da avviare attraverso un’esperienza di “fare cohousing” ed infine a condizionare le decisioni future di Cohouser e Pubbliche Amministrazioni.

Continua...

Cohousing in Toscana – Associazione di Promozione Sociale

albero-maniCosì come lo intendiamo noi, il Cohousing è un modello di COABITAZIONE  INTENZIONALE con una MODERATA INTEGRAZIONE fra gli abitanti, mirata a forme SOLIDARISTICHE e di RISPARMIO, adatto a minimizzare l’impatto sull’AMBIENTE ed a massimizzare i RAPPORTI  SOCIALI all’interno del gruppo e sul territorio.

In definitiva è un modo NUOVO di vivere insieme, perché utilizza tecnologie avanzate e SOSTENIBILI, ma anche ANTICO perché si rifà a tradizioni millenarie della società contadina, nel preservare le RELAZIONI SOCIALI, l’AMBIENTE e l’amore per il TERRITORIO.

Continua...