Cohousing in Toscana – Associazione di Promozione Sociale

albero-maniCosì come lo intendiamo noi, il Cohousing è un modello di COABITAZIONE  INTENZIONALE con una MODERATA INTEGRAZIONE fra gli abitanti, mirata a forme SOLIDARISTICHE e di RISPARMIO, adatto a minimizzare l’impatto sull’AMBIENTE ed a massimizzare i RAPPORTI  SOCIALI all’interno del gruppo e sul territorio.

In definitiva è un modo NUOVO di vivere insieme, perché utilizza tecnologie avanzate e SOSTENIBILI, ma anche ANTICO perché si rifà a tradizioni millenarie della società contadina, nel preservare le RELAZIONI SOCIALI, l’AMBIENTE e l’amore per il TERRITORIO.

Continua...

10 ANNI DI VITA: L’ASSOCIAZIONE FESTEGGIA

Immagine

A 10 anni dalla fondazione finalmente possiamo vedere, anche nella nostra Regione, un cohousing realizzato e altri in
fase di completmento o di progettazione avanzata!

Continua...

ABITARE INSIEME…DAL CORRIERE DELLA SERA

liberi tutti
DALLE AMICHE IN PENSIONE AI GRUPPI DI GENERAZIONI DIVERSE
STORIE DI CHI C’È RIUSCITO

Un’unica struttura composta da piccoli appartamenti con alcuni servizi in comune. Il cohousing (e il silver cohousing, con formule specifiche per chi è avanti con gli anni è diventata una realtà anche nel nostro Paese. «Socializzazione, scambio, patto di mutuo aiuto, collaborazione, poche regole.

Così si innesca un’atmosfera di ben essere», racconta l’architetto animatore di una «casa» di questo tipo a Fidenza, in provincia di Parma. Le difficoltà da superare, i requisiti («è fondamentale credere tutti nello stesso progetto») e i mille benefici di un’esperienza che può nascere «dal basso»

19.10.2018
di Marisa Fumagalli

Cinque donne fra i 65 e i 75 e passa anni. Professioniste in pensione. Cinque amiche che vivono in 5 case diverse, nella città di Torino. Il loro obiettivo è trovare una soluzione di «convivenza indipendente». La capofila del progetto è Piera Salvano, medico, già attiva nel settore dell’Educazione sanitaria territoriale. Spiega: «In sostanza, noi cinque vorremmo stare in un’unica struttura abitativa, composta da piccoli appartamenti con alcuni servizi in comune. Compresa la colf, possibilmente. Mi sto attivando per realizzare la nostra idea. Sono ottimista». «Del resto — aggiunge — se guardiamo ai Paesi del Nord Europa  le esperienze di coabitazione sono diffuse. Modello applicabile anche in Italia». Ecco il senso del cohousing; anzi, del silver cohousing trattandosi qui di persone avanti in età.

Continua...

Maggio: mese dell’abitare collaborativo 2018

Anche quest’anno in Europa numerosi PaGiornate_Porte_Aperte-2018esi partecipano  alla manifestazione

Maggio: mese dell’abitare collaborativo

L‘iniziativa è arrivata quest’anno alla 10° edizione e dal 2016 vi aderiscono anche la Rete italiana Cohousing e La Rete italiana Villaggi Ecologici.

Abitare collaborativo: un gruppo di persone si unisce per progettare, creare e gestire la propria abitazione collettivamente con l’intento di soddisfare le esigenze di relazioni e di collaborazione e le aspirazioni di vita sociale ed ecologica.

Ciò che da soli sembra impossibile diventa fattibile quando non ci si sente più entità distinte, ma un gruppo di persone che collabora ad un fine comune.

Anche noi dell’Associazione Cohousing in Toscana vogliamo celebrare in questo mese la nascita del 

Cohousing Le Capannine a Spugnole

Vi aspettiamo Sabato 26 maggio a partire dalle ore 16 

davanti alla Chiesa di Santa Maria a Spugnole – San Piero a Sieve

per fare merenda insieme, per parlare di cohousing, per visitare la struttura e fare una passeggiata nei dintorni

Continua...

Si apre il cantiere dei lavori a Spugnole!!!

IMG-20171102-WA0004

E finalmente … siamo partiti con i lavori!!!

Sono passati 10 mesi dall’acquisto e, tra burocrazia, progetto, preventivi, scelta delle imprese, discussioni, ansie, problemi economici … a fine ottobre abbiamo aperto il cantiere: ecco come si presenta ora Spugnole …

C’è fermento, tensione, tanti aspetti da considerare e decisioni da prendere  ma lo spirito è forte; i lavori potrebbero terminare a primavera e l’immaginazione corre: organizzare gli spazi della casa, gli arredi, come usare gli spazi comuni, limitare lo spreco energetico, prendere contatto con la realtà sociale della zona, che fare delle nostre 4 auto …

Continua...

Cohousing Spugnole: ci incontriamo lì domenica 28 maggio… intanto stiamo progettando la ristrutturazione

20170212_155849

Ci troveremo domenica 28 maggio alle ore 16 per una visita al casale, una merenda e un primo incontro con le persone interessate al progetto.

Il gruppo VICINISOLIDALI sta lavorando con l’architetto Egidio Raimondi dello studio PROJEKTO alla progettazione partecipata del cohousing: ristrutturazione degli appartamenti, definizione degli spazi comuni, progettazione degli impianti tecnici – in particolare sistema di riscaldamento e la sistemazione dell’area esterna.

Questa fase è sicuramente una delle più importanti per i futuri cohouser, le scelte vogliono riflettere la visione dell’abitare sostenibile nel rispetto dell’ambiente e la realizzazione di percorsi che favoriscano le relazioni fra gli abitanti.

Continua...

Un nuovo cohousing sta nascendo nel Mugello

20170212_155849

 Un cohousing sta nascendo nel comune di Scarperia-S.Piero

Siamo un gruppo di persone che vuole realizzare un’esperienza di vicinato solidale in campagna, con aree e servizi comuni ideati e gestiti in modo partecipativo rispettando gli spazi e i ritmi personali.

Ci ispiriamo ai valori di condivisione, cooperazione, eco-sostenibilità e comunicazione empatica per migliorare la qualità della vita e delle relazioni.

Abbiamo acquistato un edificio rurale in fase di ristrutturazione in località Spugnole e, nell’arco di un anno, forse meno, potranno essere completati gli alloggi corredati da spazi comuni e da circa 2000 metri di terreno agricolo.

Continua...

Al via il progetto ‘AGRIPSI’ : coinvolgerà due scuole elementari fiorentine

Risultati immagini per agricoltura e giovani a firenze

Il primo studio scientifico pluridisciplinare per capire gli effetti dell’agricoltura toscana e dei suoi paesaggi sul benessere delle persone che ne fruiscono.

E’ quanto si propone il progetto AGRIPSI, promosso dall’associazione di giovani agricoltori di Confagricoltura ANGA Toscana, da psicologi di PERLab, spinoff dell’Università di Firenze e di studiosi di diritto agrario della Scuola Superiore Sant’Anna grazie al supporto dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

E’ stato presentato a Firenze in occasione del secondo ‘Simposio fiorentino sull’Intelligenza Emotiva’ in programma a Palazzo Vecchio. Il progetto, che sarà avviato a settembre 2016, è dedicato ai più piccoli e coinvolgerà due scuole elementari fiorentine, dove sarà applicato il metodo Ruler della Yale University, un sistema di autovalutazione su un piano cartesiano che misura  la ‘piacevolezza’ e lo  ‘stato d’animo’ attraverso ascisse e ordinate.  Il percorso sarà integrato con la visita in una fattoria sociale per studiare il benessere psicofisico attraverso lo sviluppo delle abilità emozionali ed il contatto con la realtà agricola.

Continua...

COHOUSING … VICINI SOLIDALI

VICINI SOLIDALI … A SPUGNOLE20170212_155849

Dopo anni di lavoro, molte ricerche del sito giusto e molte delusioni, il gruppo Vicini Solidali dell’Associazione Cohousing in Toscana era andato riducendosi; nel corso degli anni, pur con rimpianto, alcuni di noi avevano trovato una  soluzione alternativa al cohousing: chi per necessità, chi per problemi economici, chi deluso dalle difficoltà e dalla scarsa disponibilità delle amministrazioni locali.

Era  rimasto v20170212_155805ivo però il legame creatosi in questi anni e l’assidua frequentazione fra i componenti del gruppo.

Poi … per caso un giorno a qualcuno è capitato di vedere su un quotidiano locale un annuncio di asta pubblica di un edificio che per le caratteristiche descritte ha fatto riaccendere la scintilla in alcuni di noi: interessante – ci siamo detti – andiamo a dare un’occhiata, anche solo per curiosità …

In una mattina di sole, ci siamo trovati davanti a un casale in una posizione stupenda, a 400 metri di altezza, circondato da boschi e prati, con un panorama mozzafiaIMG_20161222_121218to e facilmente raggiungibile. Veramente troppo bello per non pensarci su.

E così è cominciata l’avventura: abbiamo partecipato all’asta e, quasi senza rendercene conto l’abbiamo vinta. Vuoi vedere che il destino ci ha messo lo zampino?

Il casale è nel Comune Scarperia e San Piero, località Spugnole dove si trovano ancora i resti dell’antico Castello di Spugnole e la Chiesa di Santa Maria; ha una struttura ideIMG_20161222_115131ale per la realizzazione di un cohousing con l’accesso agli appartamenti da un loggiato comune che a sua volta si affaccia su uno spazio erboso che diventerà il giardino comune.

E così … ora cerchiamo altre famiglie per completare il gruppo.

Chi è interessato o solo curioso può avere tutte le informazioni del caso partecipando alla Festa-Assemblea che si terrà venerdì   24 Febbraio 2017 presso il circolo Arci Pampaloni all’Isolotto.

Vi aspettiamo!!!

Continua...